#AXACrashtests, un evento dedicato alla sicurezza stradale e al futuro della mobilità – Nati Per

#AXACrashtests, un evento dedicato alla sicurezza stradale e al futuro della mobilità

24 Ago 2017

Gli esperti di infortunistica di AXA sono convinti che i veicoli completamente automatizzati aumenteranno la sicurezza stradale e rivoluzioneranno la circolazione stradale. Eppure, gli incidenti si verificheranno anche in futuro. Con tre crash test, eseguiti a Dübendorf, AXA illustra quali nuovi rischi insorgono e quali incidenti sono inevitabili anche con l’ausilio della tecnologia più avanzata.

La tecnica viene in aiuto dell’individuo

Già oggi è dimostrato che alcuni sistemi di assistenza alla guida aumentano notevolmente la sicurezza, e ulteriori studi confermano ad esempio che, a seconda del modello analizzato, le autovetture dotate di sistemi di assistenza alla frenata di emergenza causano tra il 30 e il 69% di tamponamenti in meno. Secondo AXA, inoltre, con l’ESP (Electronic Stability Program) – che per prevenire sbandate frena in modo mirato singole ruote – si avrebbe oltre il 40% in meno di sbandamenti e perdite di controllo dei mezzi.

Le questioni ancora in sospeso in merito all’introduzione dei veicoli a guida autonoma sono molte. Ci si domanda ad esempio quanto elevato sarà il grado di accettazione da parte dei conducenti.

Crash test per mettere in luce rischi nuovi e attuali

Nell’ottica odierna, la visione di un futuro completamente privo di incidenti è tuttavia ancora utopica. Per illustrare le possibili conseguenze, AXA ha eseguito un crash test in cui i freni vengono manipolati in modo tale che la vettura acceleri a pieno regime invece di frenare. In futuro sarà inoltre impossibile evitare anche alcuni rischi attuali, come ad esempio eventi naturali o danni ai cristalli. In un altro crash test AXA mostra i danni che può subire un veicolo a guida autonoma in seguito alla caduta di massi.

In generale la guida automatizzata  permetterebbe di prevenire solo una parte dei sinistri e  in questo contesto un bilancio incidenti senza morti e feriti rimane un’ipotesi ancora remota.

Dati del veicolo indispensabili per la ricostruzione dell’incidente

Poiché finora non è in circolazione pressoché alcuna vettura completamente automatizzata, non sono ancora state raccolte esperienze in merito alla probabilità di incidenti o alle possibili cause. Finora, nella ricostruzione della dinamica di un incidente e nella ricerca delle cause era determinante l’analisi dei segni di frenata e dei danni subiti dal veicolo. Tuttavia, con la crescente interconnessione delle vetture, per ricostruire con precisione il sinistro acquisiscono sempre più importanza i dati registrati dal veicolo. Già oggi, i veicoli di nuova fabbricazione registrano e trasmettono automaticamente al produttore diversi dati, di cui i conducenti ignorano però spesso la natura. La questione della sovranità dei dati non è ancora stata chiarita. Gli esperti di infortunistica di AXA richiedono trasparenza e diritti decisionali per i detentori di veicoli.

Scopri tutti i crash test che sono stati eseguiti!

Punteggio: 3.7. da 3 valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post