Il futuro del Sud Italia passa dall’innovazione sociale – Nati Per

Il futuro del Sud Italia passa dall’innovazione sociale

10 Gen 2017

Che impatto ha l’innovazione? Se oggi è semplice capire in cosa consista questo fenomeno globale, più complesso è indagarne ed analizzarne le conseguenze. La rete Impact Hub, presente in più di 85 città nel mondo, dedica la propria attività a supportare l’innovazione che crea impatto positivo. A Milano abbiamo deciso di lavorare sulle tematiche legale alla salute, all’ambiente e alla sostenibilità con lo scopo di valorizzarne congiuntamente la valenza sociale e quella economica per creare una vera e propria infrastruttura in cui sviluppare i progetti di Social Innovation e amplificarne l’impatto. Tutto ciò non soltanto a livello locale ma in un contesto di integrazione territoriale volto riequilibrare le opportunità tra Nord e Sud Italia. È all’interno di questo palcoscenico che si inserisce South 4 Tomorrow, la call di Open Innovation lanciata in collaborazione con AXA Italia e Banca Monte dei Paschi di Siena, giunta alla fase di pre-accelerazione. Il campo del premio rimane quello dell’innovazione sociale, ma questa volta abbiamo ristretto il focus dedicandoci agli over 50.

Si parla di talenti del Sud Italia, giovani e giovanissimi, che pensano ai loro genitori e nonni per proporre idee in grado di rispondere ai loro bisogni attuali e futuri. Il concetto di innovazione manifesta sempre più l’esigenza di essere riempito di contenuto e valore, ecco perché vogliamo collaborare con giovani talenti per cercare insieme nuovi modi di innovare, includere e sviluppare coesione sociale. L’obiettivo è duplice: da un lato rivolgersi ad una fascia di popolazione in crescita e bisognosa di servizi, dall’altro stimolare i talenti del Sud Italia. Considerando che il contesto italiano è segnato dall’aumento dell’aspettativa di vita, è fondamentale oggi pensare a prodotti rivolti alla popolazione più adulta.

Nel 2050, permanendo l’attuale basso tasso di natalità, la popolazione italiana sarà costituita per un terzo da persone al di sopra dei 45 anni. Ecco perché abbiamo indirizzato la nostra ricerca verso un prodotto dedicato agli over 50, con lo scopo di trovare nuovi orizzonti per proteggere il futuro in maniera innovativa. Oltre al rapporto intergenerazionale, la chiamata è volta a cercare talenti provenienti dal Sud Italia, secondo un’ottica di integrazione e coesione sociale, fondamentale per contrastare il solco geografico che segna il nostro paese.

AXA Italia innovazione innovation start-up startupper startup

LE TRE START-UP FINALISTE

Tra i progetti candidati nella fase di call abbiamo selezionato con i partner di progetto tre Start-up, tutte provenienti dal Mezzogiorno e tutte incentrate nella creazione di una soluzione digitale che possa risolvere in modo innovativo le problematiche degli over 50.

  • La prima è 4Life, un’idea sviluppata da cinque giovanissimi pugliesi tra i 18 e i 19 anni che hanno pensato ad una cavigliera in grado di chiamare soccorso. L’idea si basa su dati statistici: il 30% degli incidenti che coinvolgono la popolazione sono incidenti domestici, il 32% dei quali riguarda persone con età uguale o superiore a 65 anni. Il dispositivo è un vero e proprio salvavita che fa partire una chiamata e un sms verso un numero preimpostato nel momento in cui viene segnalata una caduta, rilevata attraverso il giroscopio e l’accelerometro presenti nel dispositivo.

 

  • La seconda startup selezionata è InAid, viene sempre dalla Puglia ed è creata da tre trentenni che hanno pensato ad una piattaforma per mettere in contatto chi ha bisogno di assistenza con chi la fornisce. Il progetto punta all’innovazione sociale spingendo il processo di assistenza verso una realtà dinamica e fortemente locale data la funzionalità di geo-referenziare professionisti che sono vicini all’assistito, probabilmente vicini di casa o di isolato. Consente di applicare il concetto di sharing economy ad un ambito non ancora esplorato cercando di sopperire a due impellenti problematiche: la ricerca di lavoro da parte di giovani disoccupati del settore e la garanzia di un servizio di assistenza domiciliare incentrato sulla persona.

 

  • Dalla Sicilia, infine, arriva Pharmapp: creata da quattro ventenni palermitani, è una piattaforma online che offre un servizio di consegna a domicilio di prodotti acquistabili in farmacia, mediante pc, mediante l’applicazione o con una semplice chiamata. L’obiettivo di Pharmapp è creare una farmacia virtuale capace di fornire un servizio utile e semplice utile per alleviare gli impegni dei familiari legati alla cura di un assistito.

I tre progetti sono in questi giorni protagonisti di una settimana di accelerazione, la Focus Week, presso il nostro Incubatore durante la quale si sfidano per aggiudicarsi il premio finale. In queste giornate i semifinalisti sono stati invitati negli spazi della nuova sede per affinare l’idea di business immersi nell’atmosfera innovativa e di ispirazione della Community ricca di giovani, startup, innovatori e progetti creativi.

NEXT STEP

Il vincitore, che verrà annunciato nei prossimi giorni, riceverà un premio in denaro di 10.000 € ed un percorso di incubazione della durata di 4 mesi presso una delle sedi della rete di Impact Hub presenti nel Sud Italia (Bari, Catania o Siracusa) diventando membro della Community globale di Impact Hub. Inoltre sarà affiancato durante tutto il percorso di incubazione da un Mentor esperto che lo aiuterà ad affrontare le criticità tipiche di un’idea giovane e innovativa. L’obiettivo finale è ancora più ambizioso: vedere la propria integrata nell’offerta di AXA Italia.

 

Impact Hub Milano per Newsroom AXA Italia

 

Punteggio: 4.3. da 3 valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post