Libri e cammini – Nati Per

Libri e cammini

03 Ago 2016

Partire, certo. Andare lontano, verso mete esotiche, facilmente, in aereo o viaggio organizzato. Soprattutto con pochi giorni di vacanza a disposizione. E in tempo di crisi, per giunta. Tutto vero. A piedi però è un’altra cosa. Specialmente se prima di partire ci si è preparati, nel corpo ma soprattutto nello spirito.

Sarete sorpresi, anzi, se vi preparerete nell’anima prima che nel corpo, di come il vostro corpo reagirà. Attraverso la meditazione dei passi ma anche le letture, che ispirano e raccontano un metodo, dei suggerimenti ma soprattutto un orizzonte, uno state of mind, un modo di essere e di pensare, quindi di agire durante il percorso a piedi. Il mondo non sarà più lo stesso, perché passeggiare cambia i riferimenti ma soprattutto le prospettive. Provare per credere.

Paolo Rumiz, A piedi, Feltrinelli Kids

Un’altra Istria. Da Trieste a Capo Promontore, una settimana a piedi all’inizio di settembre, attraverso vie dimenticate, strade abbandonate e sentieri che non portano da nessuna parte. E’ l’avventura di Paolo Rumiz, firma di Repubblica e scrittore di antica vena, che spiega a chi sia interessato a imparare come si viaggia a piedi e soprattutto fuori dai luoghi comuni, nella natura come nei paesi, facendo bagagli completi ma essenziali, incontrando personaggi da dimenticare e scolpire nella memoria. Una guida che è anche una metafora, della nostra vita e delle istruzioni sul buon uso del futuro.

Michele Dalla Palma, Trekking – Esplorare il mondo a piedi, Hoepli

Alpinista e maestro di sci, ma soprattutto saggio illuminato, Della Palma spiega in maniera affascinante perché l’escursionismo a piedi è il miglior modo per conoscere il mondo, vicino e lontano. Il viaggio lento del camminatore permette di avvicinare ambienti naturali e culture umane in modo armonico, non impattante. Dai sentieri sulla montagna alle grandi traversate lungo antichi percorsi, una vacanza a piedi è un’esperienza entusiasmante e profondamente istruttiva. Non si tratta solo di un libro per una vacanza sostenibile, ma della possibilità di scoprire ancora una volta i segreti della natura attraverso i segnali del nostro corpo, sollecitato in maniera diversa dall’ordinario e dalla quotidianità: messaggi che impareremo a valutare interpretando il significato profondo e arrivando fino all’incontro con il limite. Della Palma non indica solo escursioni e itinerari impossibili o per iniziati, ma anche una felice guida a colori dei migliori itinerari e delle mete più belle e accessibili in Italia e nel mondo.

Roberta Ferrari, La Via Francigena, Terre di mezzo

Un mese, una settimana o pochi giorni lungo il percorso degli antichi pellegrini diretti a Roma. Attraverso Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Toscana e Lazio, tra scenari di indescrivibile bellezza. La guida completa dell’itinerario culturale del Consiglio d’Europa.

David Le Breton, Il mondo a piedi. Elogio della marcia, Feltrinelli

Camminare non è solo un modo di muoversi, ma di entrare in contatto con le più remote regioni del nostro corpo e della nostra mente. Antropologo francese docente a Strasburgo, Le Breton spiega il potere trasgressivo dell’andare in vacanza, alleandosi con il proprio corpo e la propria anima per scoprire orizzonti mai visti.

Franco Michieli, La vocazione del perdersi, Ediciclo

Esploratore, geografo ma soprattutto guida, Michieli invita a cambiare strada, a non seguire le rotte battute – a perdersi insomma, mentre si  in viaggio verso una destinazione provare a girare a sinistra invece che a destra, dove indica il buon senso e le normali rotte della consuetudine. In realtà Michieli vuole farci scoprire le sensazioni dell’antichità, il nostro sistema di orientamento interno che tutti abbiamo anche se non lo sappiamo o lo abbiamo dimenticato. Un metodo che può sembrare folle invece è straordinario, soprattutto se applicato nei luoghi più famosi: Il sentiero dell’Amore di Camogli, la Costiera Amalfitana, le Crete Senesi, il Salento, le Langhe…

Non ci sono ancora valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post