L’isola più sostenibile del mondo parla spagnolo e si chiama El Hierro – Nati Per

L’isola più sostenibile del mondo parla spagnolo e si chiama El Hierro

15 Set 2016

El Hierro è la più piccola delle isole Canarie ma dimostra che si può raggiungere l’autonomia energetica grazie alle fonti rinnovabili senza usare combustili fossili

Nell’agosto 2015 sono state 4 ore: l’isola spagnola di El Hierro, 10 mila abitanti, ha spento i motori diesel e ha iniziato a funzionare esclusivamente con energia idroelettrica ed eolica, quindi pulita, proveniente dalla centrale di Gorona del Viento.

“Una notizia eccezionale per le Isole Canarie, l’Europa e per tutto il pianeta” ha commentato Belén Allende, presidentessa del cabildo (una sorta di consiglio comunale) dell’isola.

Poche settimane fa una nuova prova di forza: due giorni consecutivi senza fare uso di combustibili fossili. Un miglioramento e un risultato che non è stato facile, perché faticoso (il rischio di stop all’elettricità è molto alto) e perché per ora il meccanismo è caro dal punto di vista economico. Se nel breve i combustibili fossili rimangono una soluzione decisamente più conveniente, è importante anche fare uno sforzo e pensare ai benefici che una combinazione di energie pulite come queste possono portare nel lungo termine.

Isole sempre più rinnovabili: 20 isole in transizione

 

E non si tratta dell’unica isola sulla strada delle energie rinnovabili. Secondo un rapporto diLegambiente sono già oltre 20 quelle in transizione verso uno scenario al 100% rinnovabile. Canarie, Azzorre e isole atlantiche in prima fila, anche grazie ad una posizione privilegiata. El Hierro ha poco meno di 10.000 abitanti, una domanda energetica modesta ed è continuamente attraversata da correnti ventose. Ma lo sforzo rimane importante.

E le isole Italiane? Non troppo bene. Sempre secondo Legambiente si potrebbe fare di più puntando sul contributo di sole, vento, maree e delle altre rinnovabili, attraverso una innovativa gestione delle reti e degli impianti.

 

Per ora, tornando al bell’esempio di El Hierro e ad alcuni dati da abc.es, con questo progetto sostenibile si eviterà di consumare oltre 6.000 tonnellate di gasolio, equivalente a 40.000 barili di petrolio che dovrebbero essere importanti via nave sull’isola, con tutti i rischi del caso. Inoltre, gli abitanti dell’isola canariota risparmieranno più di 400 tonnellate l’anno di ossido di azoto, equivalenti alle emissioni di un autobus di linea attivo su una tratta di 600 milioni di km.

 

Alessandro Vanoni

@vanoni_ale

per newsroom

 

Vota il progetto di #NatiPer sulle energie rinnovabili: la microturbina eolica

 

Una microturbina eolica destinata al mercato delle famiglie: realizzata ad asse verticale con una doppia serie di lame di dimensioni ridotte e potenze di conseguenza limitate a 0.5 kW e 1 kW. Facile da montare e da utilizzare, ha costi contenuti ed amplia l’offerta delle energie rinnovabili anche con soluzioni ibride in appoggio ad altre tipologie come il fotovoltaico ed il geotermico. La prima fase della ricerca si è conclusa con il deposito del progetto, mentre continua quella per l’ampliamento di gamma ed applicazioni particolari come la realizzazione di stazioni di ricarica rapida per autoveicoli elettrici.

Non ci sono ancora valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post