Manifesto per l’occupazione femminile: anche AXA Italia firma e si impegna con iniziative concrete – Nati Per

Manifesto per l’occupazione femminile: anche AXA Italia firma e si impegna con iniziative concrete

13 Set 2017

Il 12 settembre presso Villa BLanc, sede di rappresentanza dell’Univeristà LUISS, si è tenuto l’evento per la firma ufficiale del Manifesto per l’occupazione femminile di Valore D, nove impegni operativi promossi dall’associazione “Valore D” per diffondere la diversità, il talento e la leadership femminile tra le imprese partner. Un manifesto che rappresenta l’ultima tappa di un percorso iniziato un anno e mezzo fa per ridurre il gap uomo-donna sui luoghi di lavoro.

Anche AXA Italia è tra le 100 aziende che hanno firmato il documento e da tempo si impegna con iniziative concrete per favorire il benessere delle proprie persone.

Sul fronte maternità e genitorialità in aggiunta alle tutele già previste per legge, AXA ha lanciato la parent policy impegnandosi a esplorare modalità innovative utili ed efficaci per supportare le proprie persone nel periodo della maternità: qualsiasi sia la situazione familiare (famiglie biologiche, adottive, affidatarie, monogenitoriali o coppie omosessuali), i neo genitori potranno beneficiare di 16 settimane retribuite al 100% per il cosiddetto “primary parent”, ovvero il genitore che ha la responsabilità principale del bambino e di 4 settimane retribuite al 100% per il co-parent, destinato al secondo genitore. L’obiettivo è migliorare la gestione del periodo di assenza e quindi favorire una più fluida riorganizzazione del lavoro che tenga in considerazione le esigenze delle neo mamme al rientro, e accogliere con favore l’impegno di entrambi i genitori nella cura dei figli, favorendo con azioni proattive una cultura inclusiva che valorizzi il ruolo genitoriale del partner.

Un altro progetto che ha riscosso forte adesione interna è stata l’applicazione di uno smartworking davvero innovativo: non solo un focus sull’aumento della flessibilità ma un approccio incentrato sul cambiamento culturale. Alla base del tutto, uno spostamento di asse, guidato da cambiamenti importanti nell’approccio al lavoro, alla cultura del lavoro e della leadership, ai modelli di business e alle architetture dello spazio lavorativo; ma anche un nuovo modo di collaborare e comunicare. Lavorare smart significa per AXA Italia prevedere un approccio all’organizzazione del lavoro che mira a uno stile manageriale basato sulla fiducia e la focalizzazione sui risultati, che combina in modo virtuoso flessibilità, autonomia e collaborazione e offre alle persone gli strumenti e i luoghi di lavoro più adatti per farlo. Si tratta di un approccio quindi integrato e globale.

Siamo fieri di sostenere il Manifesto per l’occupazione femminile di Valore D. AXA Italia si impegna da tempo con iniziative concrete: da una politica di congedo parentale coraggiosa per entrambi i genitori – che rappresenta un’interpretazione al passo con i tempi della genitorialità – a uno smart working veramente innovativo, per favorire il benessere delle persone e migliorare la conciliazione tra vita lavorativa e privata. Questi sono tasselli importanti in un percorso di cambiamento, anche culturale, che promuoviamo con grande convinzione ed energia. In cui le donne hanno un ruolo chiave”.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla parent policy e sullo smart working!

Punteggio: 4.0. da 3 valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post