Sei caratteristiche dei Millennials che influenzeranno le tecnologie – Nati Per

Sei caratteristiche dei Millennials che influenzeranno le tecnologie

26 Ott 2016

Federico Casalegno è Direttore del Mobile Experience Lab del MIT: in un intervento all’Italian Axa Forum 2016 ha esplorato le 6 caratteristiche tipiche dei millennials, che influenzano il modo di realizzare nuove tecnologie

“Entro il 2020 i millennials costituiranno la stragrande maggioranza della forza lavorativa. Nel prossimo anno, nel 2017, avranno il potere di spesa più grande in mano a qualsiasi altra generazione. Per questo dobbiamo guardare a loro per intuire il futuro delle tecnologie”. Federico Casalegno è Direttore del MIT Mobile Experience Lab e Associate Professor of the Practice del Massachusetts Institute of Technology di Boston. Ieri ha aperto l’Italian Axa Forum 2016 a Roma, l’evento che la società di assicurazioni francese organizza ogni anno per esplorare le ultime frontiere dell’innovazione in un determinato settore.

Il professore del MIT ha identificato sei caratteristiche dei Millennials che andranno a influenzare il futuro del lavoro e delle tecnologie. Innanzitutto chiariamo la definizione del target: si considerano millennials i “giovani adulti”, cioè le persone la cui età è compresa tra i 16 e i 35 anni. Casalegno ha studiato sei fattori chiave di questa generazione.

1. Sono digital native

I millennials non hanno mai conosciuto una vita senza tecnologie. In quanto digital native i millennials cercano l’immediatezza. “Sono la generazione meno assicurata di tutti i tempi e quando decidono di acquistare un’assicurazione su qualsiasi cosa, ben il 70% la compra direttamente, bypassando gli agenti. I millennials preferiscono i testi alle conversazioni”.

2. Sono social validator

Significa che si rivolgono a stranieri per avere opinioni imparziali, ed hanno una propensione a “fidarsi” degli altri: “C’è tutto un filone di conversazioni informali sui prodotti, di recensioni, di feedback degli utenti – prosegue Casalegno – Per i millennials sono importanti le conversazioni peer to peer, cioè le conversazioni tra pari. Credono più agli amici e ad altri utenti come loro piuttosto che alle aziende o a qualsiasi altra cosa”.

Continua a leggere l’articolo di Carlotta Balena su StartupItalia!

 

Non ci sono ancora valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post