Sicurezza stradale. Nuove sfide per il futuro – Nati Per

Sicurezza stradale. Nuove sfide per il futuro

02 Nov 2016

Il 27 ottobre 2016 si è svolta a Parigi la terza conferenza mondiale sulla sicurezza stradale. Si sono riuniti stakeholder del settore pubblico e della società civile, imprese, organizzazioni non-profit e ricercatori per discutere delle nuove sfide della sicurezza in strada.

Lo scorso novembre la conferenza era stata organizzata a Brasilia; c’era anche AXA, per contribuire a raggiungere un Goal di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite: dimezzare il numero di morti e feriti sulla strada entro il 2020.

Un anno dopo, AXA sta continuando a lavorare per rendere le strade di tutto il mondo più sicure, adottando misure innovative in quattro aree principali:

Costruire partnership

AXA è partner della IFC/World Bank dal 2014 è membro della Global Road Safety Partnership dal 2015. Queste partnership permettono ad AXA di esplorare soluzioni globali per ridurre il numero di morti per incidenti stradali.

Inoltre, quest’anno, AXA Messico ha collaborato con la non-profit Reacciona por la vida e con il governo messicano per costruire un quadro normativo più severo e promuovere la mobilità intraprendendo azioni concrete per migliorare la sicurezza stradale. Questo progetto vuole rendere la sicurezza in strada una priorità nazionale, per dimezzare il numero di morti e feriti per incidenti stradali in Messico.

AXA Italia è membro della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, onlus costituita dalle Compagnie di Assicurazione per contrastare il problema degli incidenti stradali. Tra le tante iniziative della FASS, il portale Black Point, dal 2008, censisce, attraverso le segnalazioni degli utenti, i punti critici della circolazione e dei punti a rischio d’incidente, dando voce a chi circola sulla strada e si trova a subire le conseguenze dei problemi infrastrutturali.

axach

Sensibilizzare attraverso l’educazione

AXA Prévention, l’organizzazione non-profit di AXA France dedicata alla prevenzione, è al lavoro per una maggiore sicurezza in moto. I motociclisti, infatti, continuano ad essere una categoria particolarmente a rischio: i motocicli rappresentano solo il 2% del traffico stradale, ma, al contempo, il 43% delle lesioni gravi e il 22% dei decessi per incidenti stradali.

Standardizzare i sistemi di sicurezza per le moto e l’introduzione dell’obbligo di indossare i guanti sono state le priorità fondamentali per AXA Prévention dal 2004. Nel 2016, questi impegni hanno portato alla decisione da parte delle autorità pubbliche di rendere l’utilizzo dei guanti una regolamentazione obbligatoria per legge.

A novembre, AXA Prévention ha lanciato la campagna “Sauve tes doigts” (Salva le tue dita) per aumentare la consapevolezza dei motocislisti sui rischi ai quali sono esposti e per incoraggiarli a indossare indumenti di protezione adeguati. Per supportare questa campagna, 1.000 guanti verranno distribuiti in occasione di eventi di sensibilizzazione.

Incorporare la sicurezza stradale nell’offerta di AXA

Essere assicuratori responsabili significa anche mettere protezione e prevenzione al centro della propria offerta di prodotti e servizi.

Ad esempio, AXA Drive è un’app progettata per valutare e migliorare i comportamenti di guida degli utenti. AXA Drive analizza ogni viaggio, produce un punteggio, e quindi offre agli utenti una consulenza personalizzata.

AXA Thailandia sta inoltre sviluppando un servizio per i suoi clienti corporate, l’AXA Better Driving Course, che offre programmi di prevenzione personalizzati per ridurre il numero degli incidenti stradali e una formazione per migliorare le abitudini di guida.

Supportare scienza e ricerca

Una miglior conoscenza degli incidenti stradali è fondamentale per una prevenzione efficace. Una conoscenza in continua evoluzione, motivo per cui AXA sostiene la ricerca promuovendo il dialogo di esperti in prima linea nella ricerca sui rischi. In Spagna, il centro di ricerca Ponle Freno si concentra sullo studio delle cause e delle conseguenze degli incidenti stradali e dei comportamenti dei guidatori.

In Svizzera, AXA collabora con i centri di ricerca per raccogliere dati  sugli incidenti stradali, attraverso crash test e simulazioni.

Durante la conferenza mondiale sulla sicurezza stradale, AXA ha partecipato al workshop “Insurance and Road Safety”. Le proposte sviluppate nel corso della conferenza verranno pubblicate nel gennaio 2017 in un report per affrontare al meglio e superare le nuove sfide di sicurezza stradale.

Fonte: axa.com

Non ci sono ancora valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post