Thanksgiving Day, tacchini graziati e Black Friday. Come cambia una tradizione – Nati Per

Thanksgiving Day, tacchini graziati e Black Friday. Come cambia una tradizione

24 Nov 2016

Tacchino, purè di patate dolci e ritorno in famiglia. Oggi negli Stati Uniti è il giorno del Ringraziamento, che segna anche l’inizio della stagione delle vacanze. Il quarto giovedì del mese di novembre gli americani si trovano in famiglia per sedersi di fronte a una tavola ricca e imbandita. Immancabile il tacchino ripieno con salsa di cranberry e torta di zucca o patate dolci. Una tradizione che da qualche anno viene esportata anche nel resto del mondo, come accade per Halloween, e che in molte città italiane si può festeggiare in ristoranti e locali che per l’occasione preparano specialità culinarie Made in USA.

Ma da dove deriva la tradizione del Thanksgiving day?

Tutto ha inizio da una celebrazione avvenuta per la prima volta nel 1621 quando i Padri Pellegrini e i Nativi americani festeggiarono insieme la buona riuscita del raccolto. Arrivati sul suolo americano i Padri Pellegrini si trovarono in un territorio selvatico e inospitale, fino ad allora abitato solo dai nativi. Il primo anno per loro fu davvero drammatico perché i semi portati dall’Inghilterra non erano adatti al clima americano e la semina non produsse i frutti necessari al sostentamento della popolazione, le conseguenze furono terribili: quasi la metà dei nuovi arrivati non sopravvisse al rigido inverno. La situazione rischiava di riproporsi anche l’anno successivo se non fossero intervenuti i Nativi Americani, che aiutarono i nuovi arrivati a coltivare e insegnarono loro come allevare animali diversi tra cui i tacchini.
Il Thanksgiving nasce quindi come giorno di ringraziamento a Dio per l’abbondanza del raccolto. Nel menù di quel primo Ringraziamento americano ci furono pietanze che divennero tradizione per le feste – in particolare il tacchino e la zucca – insieme ad altre carni bianche.giorno del ringraziamento, tacchino

Il tacchino graziato

In occasione del Ringraziamento in tutti gli Stati Uniti vengono mangiati almeno 46 milioni di tacchini. Un numero che ogni anno fa rabbrividire gli amanti degli animali e non solo. Il primo presidente a opporsi alla mattanza fu John Fitzgerald Kennedy che nel 1963 decise di non cucinare il tradizionale gallinaceo donato al Presidente dalla National Turkey Federation. Da allora è diventata tradizione anche la cerimonia della grazia presidenziale a due tacchini, nota anche come National Thanksgiving Turkey Presentation. I due tacchini presidenziali diventano protagonisti della giornata tanto che uno dei due apre la parata sulla Main Street di Disneyland, per poi essere trasferito insieme al compagno di avventura nel ranch di Frontierland. A partire dal 2003 i cittadini americani sono addirittura invitati a scegliere il nome dei tacchini votando sul sito della Casa Bianca. Tra i nomi più amati ci sono: Stars e Stripes, Biscuit e Gravy, Marshmallow e Yam, Flyer e Fryer, May e Flower, Pumpkin e Pecan, Apple e Cider, Cobbler e Gobbler.
Per sapere se anche Donald Trump seguirà la tradizione della grazia dei tacchini bisognerà aspettare l’anno prossimo, il nuovo presidente sarà in carica solo da metà gennaio. Ancora per questo Ringraziamento la cerimonia sarà celebrata da Obama.venerdì nero, shopping

E dopo il Ringraziamento arriva il Black Friday

Entra a pieno titolo nelle tradizioni americane anche il Black Friday giornata di shopping sfrenato che segue al Thanksgiving Day. Da qualche anno è diventata tradizione sentita anche in Italia ed è particolarmente amato da giovani alla ricerca di device tecnologici di ultima generazione. Il Venerdì Nero previsto per domani, paralizzerà davanti al computer moltissimi appassionati di shopping compulsivo e lotta all’ultimo affare: secondo le stime degli esperti, sarà un’edizione da record, con l’11,5 per cento in più delle vendite rispetto allo scorso anno. La giornata di caccia allo sconto non coinvolgerà solamente siti che vendono prodotti Hi-tech come Amazon o eBay ma anche e-commerce che vendono capi di abbigliamento come Asos, Yoox e Zalando. Inoltre se si sta cercando la meta ideale per le vacanze invernali Ryanair ha lanciato la sua Cyber week , con 250mila posti che saranno venduti in tutta Europa a 9,99 euro. ac ha risposto con 50mila posti disponibili tra i 15 e i 30 euro.

(StartupItalia! per Newsroom)

Non ci sono ancora valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post