Una smart town per le persone con demenza – Nati Per

Una smart town per le persone con demenza

04 Ott 2016

A due passi da Milano nasce la prima Comunità Amica delle Persone con Demenza in Italia.

Includere attraverso la formazione e la consapevolezza. E’ questo lo spirito che anima la Federazione Alzheimer Italia che ha scelto la comunità di Abbiategrasso, comune del Milanese per dar vita a un progetto che sovverte i soliti stereotipi legati alla demenza e a una tra le sue cause principali, la malattia di Alzheimer.

Abbiategrasso, prima in Italia, sta attuando dei processi per trasformarsi in una comunità inclusiva per chi soffre di demenza, rendendosi sempre più accessibile e accogliente, dotandosi di un network umano che sappia ascoltare e comprendere le esigenze di un malato di demenza e mettendo in atto strategie concrete di inclusione sociale attraverso spazie e iniziative dedicati al tema.

Progetti di questo genere si fondano su un sostanziale capovolgimento di prospettiva: non si pensa più al malato come oggetto di cure in un ambiente circoscritto come quello familiare ma, piuttosto, ad comunità proattiva nei confronti di chi soffre di demenza. Se comunità dementia friendly sono già una realtà nel Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Australia, Giappone e altrove in Europa, per l’Italia il caso di Abbiategrasso resta ancora un unicum e, quindi, un prezioso prototipo da studiare e, nel futuro, implementare in altre realtà.

I numeri della demenza in Italia

Le persone affette da una forma di demenza in tutto il mondo sono 46,8 milioni (nel 2010 se ne stimavano 35 milioni), cifra destinata quasi a raddoppiare ogni 20 anni. I nuovi casi di demenza sono ogni anno oltre 9,9 milioni, vale a dire un nuovo caso ogni 3,2 secondi. Gli attuali costi della demenza ammontano a 818 miliardi di dollari e ci si aspetta che raggiungano 1000 miliardi di dollari in soli tre anni. I costi globali della demenza sono cresciuti del 35% rispetto ai 604 miliardi di dollari calcolati nel 2010.

In Italia si stima che la demenza colpisca 1.241.000 persone (che diventeranno 1.609.000 nel 2030 e 2.272.000 nel 2050 soprattutto se si considera l’invecchiamento della popolazione). L’Italia infatti può vantare il primato di paese più longevo d’Europa con circa 13,4 milioni di ultrasessantenni, circa il 20% della popolazione. C.irca il 60% dei casi è dovuto alla malattia di Alzheimer. I nuovi casi nel 2015 sono stati 269.000 e i costi ammontano a 37.6 miliardi di euro.

(Fonte: ADI, World Alzheimer Report 2015 – The global impact of dementia, agosto 2015)

 

La demenza è una delle più grandi sfide dei nostri tempi e i network (tanto quelli online quanto quelli offline) sono uno strumento chiave per comunità più inclusive e dementia friendly.

(Andrea Perroni per Newsroom)

 

Vota il progetto finalista di #Natiper che vuole creare una community di sostegno per la demenza senile: dotCuore

dotCuore è una community e un vertical social network di mutuo sostegno e di condivisione che vuole aiutare i familiari di persone anziane che soffrono di demenza senile. Alla base del progetto l’idea che la condivisione possa alleggerire il peso di quanto si sta vivendo. Da qui la creazione di un sito e una web app nei quali sono veicolati e raccolti i contenuti, suddivisi in quattro macro aree: area di socializzazione della propria esperienza e creazione di contatti, area di disponibilità al mutuo aiuto, network di professionisti a disposizione della community, area formazione per i caregiver.

Non ci sono ancora valutazioni.
Attendere per favore...

L'autore del post